Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notizieolbiaCronacaCronaca › Discarica abusiva: sigilli a Porto Cervo
Red 15 marzo 2019
Nell’ambito dei controlli disposti dal Comando provinciale di Sassari nel settore della tutela dell’ambiente, i finanzieri della Tenenza di Palau hanno concluso un intervento a contrasto degli illeciti in materia ambientale. Sequestrato un terreno di circa 2mila metri a pochi passi dal mare
Discarica abusiva: sigilli a Porto Cervo


PORTO CERVO - Nell’ambito dei controlli disposti dal Comando provinciale di Sassari nel settore della tutela dell’ambiente, i finanzieri della Tenenza di Palau hanno concluso un intervento a contrasto degli illeciti in materia ambientale. I militari del Nucleo Mobile di Palau, nel corso di un monitoraggio avviato in relazione a possibili illeciti ambientali, hanno individuato e sottoposto a sequestro, nei giorni scorsi, un terreno privato ubicato nel territorio comunale di Arzachena, in località Porto Cervo, sul quale era presente un incredibile quantitativo di materiali nautici in condizioni fatiscenti, numerose imbarcazioni in disuso e rifiuti di ogni genere, alcuni dei quali di tipo speciale e pericoloso.

L’area di interesse è risultata essere di proprietà di una società operante nel settore edile, con sede ad Olbia. Sono stati rinvenute cinque imbarcazioni in vetroresina inutilizzabili, quindici pontili metallici galleggianti completamente deteriorati, due roulottes non più idonee alla circolazione, numerose batterie per auto esauste, materassi, vecchi elettrodomestici e sanitari, motori da imbarcazione e diversi metri cubi di altri rifiuti plastici e ferrosi.

Al termine delle operazioni, è stata sottoposta a sequestro un’area di circa 2mila metri quadrati trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto. Il rappresentante legale della società proprietaria del fondo interessato dal sequestro, originario della provincia di Cagliari, è stato quindi deferito alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania per il reato di deposito incontrollato di rifiuti.
7:07
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, la Seconda Compagnia di Cagliari ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un professionista operante nel settore legale, che non ha dichiarato, per gli anni d’imposta 2016 e 2017, ricavi per oltre 186 mila euro, omettendo per tali annualità la presentazione delle dichiarazioni obbligatorie e qualificandosi quindi come “evasore totale”
8:06
Il potenziamento di queste attività vicino alle scuole rientra nel progetto “Scuole sicure”, avviato il primo ottobre, finanziato dal Ministero dell´Interno, che ha permesso al Comando di disporre di risorse aggiuntive per intensificare le attività investigative
13:03
Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando provinciale di Nuoro, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità
15/10/2019
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
16/10/2019
L´ex patron dell´hotel Capo Caccia di Alghero, Gianni Marocchi, patteggia a 3 anni e 10 mesi nel processo per bancarotta della prestigiosa struttura alberghiera algherese
15/10/2019
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
15/10/2019
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
© 2000-2019 Mediatica sas