Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariAmbienteAmbiente › Tour delle cicche per Sassari
S.O. 9 maggio 2019
Gli studenti e le studentesse sassaresi dell´istituto comprensivo Salvatore Farina saranno impegnati nella raccolta dei mozziconi abbandonati dagli incivili, soprattutto vicino alla scuola
Tour delle cicche per Sassari


SASSARI - Parte venerdì 10 maggio dall'istituto comprensivo Salvatore Farina il nuovo “Tour delle Cicche”, l'iniziativa di sensibilizzazione organizzata dagli ecovolontari del Comune di sassari e che coinvolgerà le scuole cittadine secondarie di primo grado. Gli studenti e le studentesse saranno impegnati nella raccolta dei mozziconi abbandonati dagli incivili, soprattutto vicino alla scuola. Un modo per rendersi conto di come un gesto che può apparire di poco conto e quasi normale, crei invece un grave danno all'ambiente e al decoro urbano.

Sette fumatori su dieci gettano le cicche per terra. Ogni giorno a Sassari si lasciano nell'ambiente più di 100mila mozziconi, milioni di mozziconi ogni mese. Si tratta di un rifiuto altamente inquinante: trattiene buona parte di sostanze tossiche e per dissolversi naturalmente impiega tra i 10 e i 15 anni. Il Tour delle Cicche è una delle tappe del percorso che gli ecovolontari del Comune di Sassari hanno organizzato e portano avanti da anni per sensibilizzare cittadine e cittadini di tutte le età al rispetto per l'ambiente.

L'appuntamento del 10 maggio, attraverso una coinvolgente esperienza di sensibilizzazione e condivisione all'aria aperta, sarà un modo per fare prendere consapevolezza a ragazzi e ragazze dei danni che i piccoli gesti quotidiani sbagliati possono causare e di come ciascuno possa fare la propria parte per migliorare la situazione del territorio in cui vive. Il Tour sarà anche una gara tra Istituti che si snoderà nei prossimi mesi nei quartieri cittadini: chi raccoglierà il maggior numero di cicche vincerà una fornitura di cancelleria offerta dagli ecovolontari.
Commenti
19:54
Dopo la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Governo nazionale per il maltempo verificatosi ad ottobre e novembre 2018, la Commissione europea ha istituito un Fondo di solidarietà a favore dell’Italia da suddividere tra le regioni in quote proporzionali alla percentuale del danno stimato
© 2000-2019 Mediatica sas