Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notizienuoroCronacaArresti › Aggredisce sua madre: 37enne in manette
Red 8 giugno 2019
Giovedì pomeriggio, in località Rosinzolu, nel territorio comunale di Posada, gli agenti del Commissariato di Pubblica di Siniscola hanno arrestato un uomo per maltrattamenti in famiglia. L’uomo, visibilmente alterato dall’abuso di alcol, si era scagliato contro la madre, aggredendola con calci e pugni
Aggredisce sua madre: 37enne in manette


POSADA – Giovedì pomeriggio, in località Rosinzolu, nel territorio comunale di Posada, gli agenti del Commissariato di Pubblica di Siniscola hanno arrestato un uomo per maltrattamenti in famiglia. L’uomo, un 37 enne del luogo, visibilmente alterato dall’abuso di alcol, si era scagliato contro la madre, aggredendola con calci e pugni.

Non nuovo a vessazioni nei confronti della donna, giovedì pomeriggio l’ha assalita, scagliandosi anche contro la zia materna, che in quel momento era ospite della famiglia. La madre dell’aggressore è stata accompagnata al Pronto soccorso dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.

Dopo approfonditi esami, le sono stati diagnosticati trenta giorni di cure. L’uomo invece è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità giudiziaria.
16/10/2019
Le Fiamme gialle del locale Gruppo, coordinate dal Comando provinciale di Sassari della Guardia di finanza, hanno tratto in arresto un olbiese che, millantando conoscenze tra funzionari dell’Amministrazione finanziaria, avrebbe intimorito degli imprenditori della zona con minacce di sanzioni, facendosi consegnare denaro contante in più occasioni
21:37
Secondo quanto riportato da alcune testate online del luogo, una 24enne avrebbe confessato. La dominicana avrebbe ammesso di aver aver strangolato il sardo, con cui aveva una relazione da circa quattro anni
21:29
I Carabinieri dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Bonorva sono intervenuti a Thiesi per sedare una lite tra familiari in un appartamento. Durante l’intervento, uno dei litiganti, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, manifestava ai militari il desiderio essere arrestato per espiare le sue malefatte in carcere “come un delinquente vero e non a casa”
© 2000-2019 Mediatica sas