Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziealgheroPoliticaElezioni › «Ecco le soluzioni per lo Sport in città»
S.O. 11 giugno 2019
Così Antonello Muroni, candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale ad Alghero, ribatte a distanza a Giancarlo Salteri che sempre di progetti sullo sport parlava
«Ecco le soluzioni per lo Sport in città»


ALGHERO - «Siamo onorati per non dire lusingati che il nostro piano per lo sport ad Alghero venga addirittura paragonato al Piano Marshall. Per chi non lo ricordasse, tale piano è stato uno dei più importanti successi, sul piano socio/economico, ottenuti dalla politica della ricostruzione nel primo dopo guerra. E' infatti grazie ad esso che le nazioni europee, ed in particolare l'Italia, poterono risollevarsi dalle macerie lasciate dalla guerra e ritornare ad essere stati sovrani con una propria economia attiva ed in forte ripresa. Dunque, citazioni storiche a parte, lungi da noi l'idea di voler paragonare la situazione dello sport algherese alla situazione del dopoguerra anche se, visto lo stato di alcuni impianti sportivi, qualche piccola similitudine non ci starebbe male». Così Antonello Muroni (nella foto), candidato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale ad Alghero, ribatte a distanza a Giancarlo Salteri che sempre di progetti sullo sport parlava [LEGGI].

«Per redigere il nostro programma, con umiltà e modestia, ci siamo prima spesi in un lungo lavoro di ricerca di soluzioni condivisibili, ed abbiamo fatto nostri alcuni spunti operativi ,presi da altri contesti Nazioinali, anche di amministrazioni di segno opposto alla nostra parte politica. Perchè siamo convinti che quando si parla di sport non esistono decisioni di destra o di sinistra, ma solo decisioni giuste o sbagliate. Le idee le abbiamo chiarissime ed anche i piedi, anche se a terra, sono prontissimi a correre per cercare di porre rimedio ad una situazione disastrosa, salvo alcune eccezioni. Una struttura geodetica 30X40 di ultima generazione viene oggi a costare, chiavi in mano, circa €100.000,00 (centomila): Se anche riuscissimo a realizzarne solo 5, sarebbero cinquecentomila euro in tutto» puntualizza Antonello Muroni.

«Per il ripristino totale del Mariotti, con autorizzazioni valide per eventi da 4000/5000 spettatori, potremmo ipotizzare una cifra intorno al milione di euro. (... sempre che lo sportello del rumore autorizzi...; per bonificare la situazione strutturale e certificativa, delle 3 palestre comunali (Palamanchia - Palacorbia - Palestra Mariotti) mi sbilancio a dire che basterebbe un investimento di 150.000/180.000 euro e dopo, ma solo dopo, si valuterebbero le modalità per la loro gestione, affidandola infine ad un bando di gara semplificato con leggi specifiche e non con il "mostruoso" Codice degli Appalti Pubblici (fermo restando il controllo vincolante da parte del Comune, a garanzia della assoluta imparzialità e trasparenza nel loro utilizzo); dopo anni di assoluta assenza di una politica sportiva e di cura dell'impiantistica, viene da sorridere (per non dire di peggio) nel sentirsi dire che ad Alghero manca una squadra di calcio "degna" del Mariotti, come se la mancanza di una struttura adeguata alla categoria non abbia contribuito a determinare una tale situazione».

«Il voucher di sostegno,del Progetto “6Sport”, alle famiglie per l'avviamento alla pratica sportiva dei bambini in età scolare è solo un primo passo per avviare un processo virtuoso. Crediamo fermamente che Alghero abbia ormai bisogno di una nuova struttura, adeguata per tutte le discipline sportive che si svolgono al coperto e pensiamo ad un palazzetto da 1500 posti,e siamo anche consapevoli che non potrà essere realizzato a totale carico del comune.Ma per questo ci sono una serie di fonti di finanziamento pubblico alle quale rivolgersi con un progetto serieo e ben realizzato:(Ras, Leggi Nazionali,Coni e Fondi U.E, oltre ai fondi Jessica). Infine invito l'amico Salteri ad andare a vedersi gli atti, le iniziative e gli eventi messi in campo da due degli Assessori allo Sport di questi ultimi anni per capire la differenza tra occuparsi e promuovere lo sport: Pino Tilloca del CSX e Antonello Muroni del CDX entrambi hanno lavorato egregiamente, o invece solo parlarne» conclude lo stesso Muroni.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas