Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziecagliariCronacaCronaca › Contraffazione nel Cagliaritano: finanzieri in azione
Red 13 giugno 2019
Prosegue, senza sosta, l’attività della Guardia di finanza di Cagliari a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri e contraffatti. Sdequestrati oltre 10600 articoli
Contraffazione nel Cagliaritano: finanzieri in azione


CAGLIARI - Prosegue, senza sosta, l’attività della Guardia di finanza di Cagliari a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri e contraffatti. Nei giorni scorsi, i Baschi verdi della seconda Compagnia di Cagliari e dei militari dei Reparti territoriali che operano nella provincia, nell’ambito di specifiche attività operative, hanno sottoposto a sequestro complessivamente 10.609 articoli. Le operazioni di servizio hanno interessano diverse località sparse sull’intero territorio della provincia.

A San Vito, i militari della Tenenza di Muravera hanno sequestrato 266 articoli (tra prodotti elettrici, accessori per smartphone, ecc.) recanti il marchio “Ce” non conforme alla normativa vigente e ventinove prodotti aventi il marchio contraffatto. A Capoterra, le Fiamme gialle hanno sequestrato 333 prodotti elettrici, privi della marcatura Ce e delle relative avvertenze, in violazione delle norme stabilite dal Codice del consumo. A Sinnai, sono stati sequestrati 9.875 prodotti (lampade, radio, torce tascabili, cover per cellulari ed articoli di bigiotteria) in relazione all’assenza delle certificazioni di qualità previste dalla normativa comunitaria, nonché 106 scarpe riportanti marchi contraffatti riconducibili a brand quali Adidas e Converse. Nel corso delle operazioni è stata rinvenuta, nascosta in una borsa posta sotto il bancone della cassa, una busta contenente 16.600euro, denaro che, considerato frutto dell’attività illecita, è stato posto sotto sequestro.

I commercianti trovati in possesso di merce non conforme agli standard di sicurezza, oltre ad essere stati destinatari sanzioni amministrative pari a 1.032euro, sono stati segnalati alla Camera di commercio di Cagliari e destinatari di una sanzione amministrativa, mentre per chi metteva in vendita prodotti contraffatti o con marcatura Ce non conforme, è scattata la segnalazione alla locale Autorità giudiziaria. Sotto il profilo del contrasto alla commercializzazione di prodotti contraffatti e non sicuri, le Fiamme gialle cagliaritane, durante l’anno in corso, hanno già sottoposto a sequestro i 795.908 prodotti di vario genere, segnalando alla Procura della Repubblica trentaquattro persone (di cui due in stato di arresto) per reati connessi alla contraffazione ed alla frode in commercio e sanzionando amministrativamente trentasette commercianti per violazione al Codice del consumo.
7:07
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, la Seconda Compagnia di Cagliari ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un professionista operante nel settore legale, che non ha dichiarato, per gli anni d’imposta 2016 e 2017, ricavi per oltre 186 mila euro, omettendo per tali annualità la presentazione delle dichiarazioni obbligatorie e qualificandosi quindi come “evasore totale”
8:06
Il potenziamento di queste attività vicino alle scuole rientra nel progetto “Scuole sicure”, avviato il primo ottobre, finanziato dal Ministero dell´Interno, che ha permesso al Comando di disporre di risorse aggiuntive per intensificare le attività investigative
15/10/2019
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
16/10/2019
L´ex patron dell´hotel Capo Caccia di Alghero, Gianni Marocchi, patteggia a 3 anni e 10 mesi nel processo per bancarotta della prestigiosa struttura alberghiera algherese
15/10/2019
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
15/10/2019
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
© 2000-2019 Mediatica sas