Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziealgheroPoliticaElezioniQuerelle posidonia: Deiana non ci sta
Red 14 giugno 2019
«Per un voto tutto è lecito – ha dichiarato la deputata algherese del Movimento 5 stelle - Il sindaco uscente Mario Bruno ci ha provato pure stavolta, ma i risultati raggiunti sono inapprezzabili quanto salatissimi»
Querelle posidonia: Deiana non ci sta


ALGHERO - «Il sindaco uscente Mario Bruno ci ha provato pure stavolta, ma i risultati raggiunti sono inapprezzabili quanto salatissimi». E’ il commentato della parlamentare algherese Paola Deiana sui lavori di riposizionamento a San Giovanni della sabbia ottenuta dalle operazioni di recupero. La Posidonia vagliata è stata conferita nell’impianto della ditta Ecocentro Sardegna di Quartu Sant’Elena e sono state ottenute 800tonnellate di sabbia, che però può essere riposizionata solamente a San Giovanni, dove è imposto un divieto permanente di balneazione.

«Siamo in campagna elettorale e l'Amministrazione per far presto – ha sottolineato la deputata del Movimento 5 stelle - ha scelto il percorso autorizzativo più semplice, ma soprattutto più rapido e quindi la Regione non ha potuto che autorizzare unicamente il riposizionamento della sabbia lì, nel luogo dove era stata portata non per l'azione delle forze naturali, ma dalla mano lenta e puntuale dell'uomo, che l'aveva raccolta negli anni lungo tutto il litorale e con la forza delle macchine l'aveva trasferita lì, dove non ci si può nemmeno bagnare. Il perché di tanta fretta lo conosciamo, ma va sicuramente precisato che questa scelta dell’Amministrazione uscente porterà a ulteriori costi».

«Se si fosse pensato al bene della città e alle tasche dei cittadini – insiste Deiana - la soluzione migliore sarebbe stata quella di aspettare la procedura di Via della Regione per far si che questa sabbia certificata e idonea fosse riposizionata in altre zone: non in un sito con divieto di balneazione, ma in aree soggette a erosione. Per un voto tutto è lecito, anche fare i giochi con la sabbia”, ha concluso la deputata algherese, che ad aprile ha depositato la sua proposta di Legge “Interventi a favore della corretta gestione della Posidonia oceanica” e che, sin dall’inizio del suo mandato di deputata, sta lavorando per sostenere il turismo balneare con l’obiettivo di risolvere l’annoso problema di gestione della Posidonia oceanica spiaggiata, che è costoso e non da risposte alla sua tutela».

Nella foto: l'onorevole Paola Deiana
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas