Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziecagliariCronacaCronaca › Evasione fiscale per 122mila euro
Red 20 giugno 2019
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme gialle del Nucleo di Polizia Economico-finanziaria di Cagliari hanno concluso un controllo fiscale nei confronti del socio di un’impresa del capoluogo operante nel settore del commercio di oggettistica, abbigliamento ed articoli per la casa con diversi punti vendita distribuiti sul territorio sardo
Evasione fiscale per 122mila euro


CAGLIARI - Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme gialle del Nucleo di Polizia Economico-finanziaria di Cagliari hanno concluso un controllo fiscale nei confronti del socio di un’impresa del capoluogo operante nel settore del commercio di oggettistica, abbigliamento ed articoli per la casa con diversi punti vendita distribuiti sul territorio sardo. L’operazione è scattata da un'analoga attività ispettiva condotta, qualche mese fa, nei confronti dell'azienda nella cui compagine sociale figura la persona verificata, al cui esito, grazie alla disamina della documentazione riscontrata in sede di accesso ed all'incrocio dei dati e delle informazioni acquisite durante lo sviluppo dell’ispezione, anche attraverso le interrogazioni ai database centralizzati del Corpo, è stato possibile ricostruire il reale volume d’affari della società, che è risultata aver occultato al Fisco ricavi per oltre 2,453milioni di euro, con una conseguente evasione Iva per 628.329euro.

I controlli operati sull’intero novero della documentazione acquisita (contabile ed extracontabile) hanno consentito di imputare in capo al socio verificato, un’evasione fiscale per utili da partecipazione societaria di 121.979euro. I Finanzieri, analizzando il copioso carteggio, incrociando dati e circostanze ed effettuando numerosi collegamenti, hanno ricostruito l’intera “storia” della società, evidenziando, tra l’altro, la non estraneità nelle condotte evasive da parte dei diversi appartenenti al board societario.

Tutti questi accertati elementi di pericolosità fiscale hanno quindi condotto all’esecuzione di diversi interventi ispettivi nei confronti dei soci dell’azienda (peraltro tutti lavoratori all’interno della stessa), costituenti la conclusione della completa radiografia fiscale cominciata con il controllo alla società. Difatti, quest’ultima ispezione si colloca nella scia di analoghe precedenti attività, conclusesi negli ultimi due mesi, che hanno interessato la posizione fiscale, complessivamente, di sei persone: le condotte analizzate, che hanno delineato la mancata presentazione della dichiarazione dei redditi o l’infedele presentazione della stessa, hanno portato ad accertare un’evasione fiscale attuata dai soci per complessivi 1.274.474euro, derivanti da redditi da lavoro dipendente ed utili da partecipazione societaria.
7:07
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, la Seconda Compagnia di Cagliari ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un professionista operante nel settore legale, che non ha dichiarato, per gli anni d’imposta 2016 e 2017, ricavi per oltre 186 mila euro, omettendo per tali annualità la presentazione delle dichiarazioni obbligatorie e qualificandosi quindi come “evasore totale”
8:06
Il potenziamento di queste attività vicino alle scuole rientra nel progetto “Scuole sicure”, avviato il primo ottobre, finanziato dal Ministero dell´Interno, che ha permesso al Comando di disporre di risorse aggiuntive per intensificare le attività investigative
13:03
Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando provinciale di Nuoro, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità
15/10/2019
Emerge una scena del crimine agghiacciante. Il 70enne di Alghero trovato morto nella sua casa di Boca Chica, vicino a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana
16/10/2019
L´ex patron dell´hotel Capo Caccia di Alghero, Gianni Marocchi, patteggia a 3 anni e 10 mesi nel processo per bancarotta della prestigiosa struttura alberghiera algherese
15/10/2019
«Ieri, migliaia di cittadini catalani all’interno dell’aeroporto hanno intonato “Bella ciao”, un canto diventato, ormai, il manifesto di tutti i popoli che vogliono battersi per la libertà. Il filo linguistico che lega Alghero e la Catalogna ha, adesso, un altro elemento di comunanza», dichiara il presidente della locale Anpi Antonio Budruni
15/10/2019
«La Consulta cívica per les polítiques lingüístiques del català de l’Alguer da il suo supporto ai responsabili catalani che hanno difeso il diritto all´autodeterminazione, con manifestazioni pacifiche e la votazione finale con il referendum del 1 ottobre 2017», si legge in una nota proveniente da Palazzo Serra
© 2000-2019 Mediatica sas