Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notizieolbiaCronacaSicurezza › Tenenza Tempio: cambio della guardia
Red 26 luglio 2019
Mercoledì, il tenente Jacopo Maccione ha assunto il comando della Tenenza della Guardia di finanza di Tempio Pausania subentrando al capitano Andrea D’Alessandro che, dopo due anni, saluta le Fiamme gialle galluresi per andare a ricoprire l’incarico di comandante della Compagnia di Sondrio
Tenenza Tempio: cambio della guardia


TEMPIO PAUSANIA – Mercoledì, il tenente Jacopo Maccione ha assunto il comando della Tenenza della Guardia di finanza di Tempio Pausania subentrando al capitano Andrea D’Alessandro che, dopo due anni, saluta le Fiamme gialle galluresi per andare a ricoprire l’incarico di comandante della Compagnia di Sondrio. Il 28enne Maccione, originario della provincia di Foggia, ha frequentato l’Accademia del Corpo dal 2012 al 2017 ed è laureato in Scienze della Sicurezza economico finanziaria.

Proveniente dal Gruppo Pronto impiego di Napoli, ha diretto importanti operazioni, coordinando i Baschi verdi campani in servizi di contrasto al contrabbando di tabacchi lavorati esteri e contraffazione marchi. Nei giorni scorsi, gli ufficiali sono stati ricevuti dal comandante regionale Sardegna, generale di Brigata Gioacchino Angeloni, e dal comandante provinciale di Sassari, colonnello Giuseppe Cavallaro, che hanno rivolto un vivo ringraziamento al capitano D’Alessandro per l’opera meritoria svolta ed al tenente Maccione un cordiale saluto di benvenuto, con i migliori auguri di buon lavoro nella convinzione che saprà ben operare nel nuovo e prestigioso incarico.

Nella foto: il tenente Jacopo Maccione
Commenti
17/10/2019
Circa 600 uomini tra Protezione civile, Forze di polizia, Vigili del fuoco, Corpo forestale di vigilanza ambientale, Forestas, Croce rossa e Capitaneria di porto, cinquanta mezzi della colonna mobile della protezione civile regionale, 200 volontari dispiegati su sei Comuni del bacino del Flumendosa, in più l´utilizzo di droni per il monitoraggio e l’impiego della più grande pompa idrovora presente in Sardegna
© 2000-2019 Mediatica sas