Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziesassariCronacaSanità › Nessuna positività alla New Delhi
Red 11 gennaio 2020
Effettuati esami specifici sul batterio multiresistente ed avvisato il Ministero della Salute sulla negatività registrata dal laboratorio di epidemiologia molecolare dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari
Nessuna positività alla New Delhi


SASSARI – Sono negativi al batterio multiresistente denominato “New Delhi” gli esami effettuati su una paziente ricoverata nel Reparto di Geriatria del “Santissima Annunziata” di Sassari. Lo fa sapere l’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari che, proprio questa mattina (sabato), ha concluso le analisi ed inviato il referto al Ministero della Salute.

La paziente è risultata positiva ad un altro batterio multiresistente agli antibiotici e, come previsto dai protocolli, è stata trasferita in una stanza singola dello stesso Reparto, così da restare isolata dagli altri degenti ed evitare un'eventuale diffusione. La paziente, come avvenuto in precedenza in altri casi, è risultata essere colonizzata, cioè portatrice sana e non infetta da microrganismi multiresistenti.

Dall’Aou di Sassari fanno sapere di avere una particolare attenzione in ambito delle infezioni correlate all'assistenza. Infatti, è sempre attiva una sorveglianza epidemiologica per la prevenzione delle infezioni, con particolare riferimento a quelle correlate all'assistenza. Un gruppo di esperti, medici, biologi, infermieri e tecnici, da anni sono impegnati in una delicata attività di controllo e monitoraggio.

«Come ospedale manteniamo sempre attive le procedure igienico-sanitarie e di prevenzione da microrganismi multi resistenti – afferma il direttore del Presidio ospedaliero Bruno Contu – E in casi particolari, cioè in presenza di pazienti colonizzati, chiediamo ai parenti di attenersi scrupolosamente alle regole del reparto». Gli esperti dell’Aou, nell'ambito delle attività di prevenzione delle infezioni, effettuano determinazioni microbiologiche su campioni nei pazienti all'ingresso in reparti critici e in seguito a contatto con soggetti infetti o colonizzati da microrganismi multi resistenti.
Commenti
21/1/2020 video
Le drammatiche condizioni in cui versa la sanità ad Alghero con il protrarsi della chiusura delle sale operatorie dell´ospedale Marino e le inefficienze conclamate di molti servizi, al centro della mozione presentata nella seduta di lunedì in consiglio comunale (era agli atti da ottobre). Ad illustrarla, a nome dell'intera minoranza, il consigliere ed ex sindaco Mario Bruno. Si tratta di un passaggio fortemente voluto ed atteso anche dal comitato a difesa del "Marino". Nella prossima seduta si aprirà la discussione. Su Alguer.it le immagini dall´aula di via Columbano.
21/1/2020
Interventi cranici e spinali: un nuovo macchinario proietta nel futuro il Mater Olbia Hospital. La nuova TAC intraoperatoria si avvale di un avanzato sistema di navigazione chirurgica che consente al neurochirurgo di vedere “al di là” dei propri occhi. Si parla di un investimento di 1 milione di euro
20/1/2020
Il progetto “Picc Center – Accessi venosi”, coinvolge direttamente Medici e Infermieri della unità operativa di Anestesia e che punta a formare e uniformare i comportamenti di gestione degli accessi venosi
16:13
«Per poter vedere un medico con il servizio sanitario nazionale dopo quasi 4 giorni , ci sono volute 120 chiamate, parecchi tentativi on line, una sveglia di prima mattina, e ancora due biglietti del bus e quaranta minuti di attesa», questo l´allarme lanciato da Francesco Mattana, rappresentante in Sardegna dell´associazione AltroConsumo
20/1/2020
Venerdì 24 gennaio, nelle sale della Camera di commercio di Sassari, è in programma il corso-convegno sulle “Prospettive immunologiche in onco-ematologia” dell'Azienda ospedaliero universitaria di Sassari
8:08
L´Emporio della solidarietà di Sassari lo ha donato nei giorni scorsi alla locale Clinica diretta dal professor Roberto Antonucci, alla presenza della coordinatrice infermieristica Anna Maria Zara
© 2000-2020 Mediatica sas