Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroPoliticaElezioni › «Continuità per crescere nel futuro di Alghero»
S.O. 11 giugno 2019
Pietro Sartore traccia un lungo percorso di successi nel campo della programmazione. «Bloccare i processi è il pericolo che vogliamo evitare ad Alghero, c’è troppo bisogno di continuità amministrativa in modo da poter concludere i progetti iniziati e avviarne di nuovi»
«Continuità per crescere nel futuro di Alghero»


ALGHERO - «Alghero è stata, è e sarà una porta privilegiata della Destinazione Sardegna. Oltre che per la presenza dell’aerostazione lo è per vocazione, viste le sue evidenze naturalistiche e storiche uniche, ma lo è anche per la lungimiranza dei suoi cittadini, dei suoi imprenditori che hanno saputo diversificare nel settore Turismo e per parte loro, anche dei suoi amministratori. Siamo convinti, tuttavia, che non si possa e non si debba “appaltare” agli Hotel e alle strutture ricettive da un lato e ai soli collegamenti aerei e marittimi dall’altro le politiche di Destinazione turistica della nostra città. Sono due condizioni necessarie, certamente, ma non sufficienti. Il turista moderno sceglie la sua meta turistica valutando un ampio spettro di attrattori in un mercato mondiale. Rispetto al “come arrivare?” e “dove dormire?” il viaggiatore da più peso al “che fare?”, “Cosa vedere e come spendere il mio tempo oltre che il mio denaro” valutando quantità e qualità dei servizi offerti in relazione al costo. Gli imprenditori, nel passato, vedendo il vuoto della politica, si sono spesso e meritoriamente sostituiti svolgendo la funzione pubblica della promozione».

Parole di Pietro Sartore (nella foto), il capogruppo uscente della civica "Per Alghero", oggi ricandidato alle elezioni in programma il 16 giugno in Riviera del Corallo. «Il mio pensiero - precisa - è che l’Amministrazione Bruno abbia posto un freno a questa deriva e invertito la rotta innescando un circolo virtuoso a partire dal potenziamento della Fondazione preposta, alla quale ha anche cambiato il nome, passando da un insignificante e incomprensibile acronimo, a una chiara e inconfondibile idea di destinazione: Alghero. Gli assessorati competenti hanno contribuito, per propria parte, a offrire una Città più pulita, migliorando i servizi di raccolta e spazzamento, e preparata all’accoglienza, partecipando a fiere e workshop e fornendo un’adeguata programmazione e promozione nei media, nei tempi richiesti dal mercato. Nell’ottica dell’allungamento della stagione fondamentale è stato inserire la consolidata formula del Cap d’Any all’interno di un contenitore più ampio (més que un mes) fino all’apoteosi dell’ultimo Capodanno caratterizzato dal doppio evento del 30 e del 31 con la Fura dels Baus e il deejay time».

«Importante è stato anche rendere fisso l’evento di Pasquetta (quest’anno Renzo Arbore e l’Orchestra italiana) e creare un festival musicale che ha dato lustro alla città di Alghero (JazzAlguer). Mentre nell’ottica dell’aumento dei servizi non va dimenticata l’apertura dell’Infopoint delle grotte di Nettuno che ha permesso, peraltro, un incremento degli introiti derivanti dalle grotte. L’apertura del museo archeologico ha inoltre consentito di allargare e migliorare l’offerta museale, offerta che nell’ottica di una maggiore valorizzazione delle professionalità e delle competenze presenti all’interno del personale delle cooperative che gestiscono gli spazi museali potrà ulteriormente crescere nei prossimi anni» sottolinea Sartore.

«La reputazione della destinazione Alghero era uno degli obiettivi del nostro mandato ed è, a mio avviso, migliorata negli ultimi cinque anni, anche grazie a un positivo dialogo con le forze produttive della città che sono state coinvolte in un progetto d’insieme, condividendo responsabilità e, per la prima volta, indicando alla presidenza della Fondazione Alghero al referente cittadino della Confcommercio e Camera di Commercio Sassari Massimo Cadeddu. Una collaborazione pubblico/privato una volta tanto non solo predicata ma praticata. A tal proposito, sarebbe interessante sapere dal candidato a sindaco sardista se ha avuto modo di chiedere al suo collega di partito assessore regionale al Turismo a che punto e per quale motivo si è arenato l’iter della creazione della DMO, la partecipata della Regione che, insieme ad Aeroporti e Camere di Commercio avrebbe dovuto pianificare le azioni di promozione della Destinazione Sardegna e che in consiglio Regionale era stata accolta da un consenso bipartisan. Ecco, bloccare i processi è il pericolo che vogliamo evitare ad Alghero, c’è troppo bisogno di continuità amministrativa in modo da poter concludere i progetti iniziati e avviarne di nuovi» conclude Pietro Sartore.
Commenti
18/6/2019 video
E´ Maria Grazia Salaris la più votata della nuova Maggioranza della città di Alghero. Per lei certamente un incarico di prestigio e responsabilità nella nuova geografia politica algherese: presidenza dell´Aula o assessorato di peso
18/6/2019 video
Lega secondo partito della coalizione di Centrodestra ad Alghero, e vero motore insieme a Forza Italia ed alla Civica "Noi con Alghero" della coalizione. 2022 le preferenze totalizzate in città: parlano la più votata del gruppo e la coordinatrice
18/6/2019 video
Incontro informale a Porta Terra in attesa della proclamazione ufficiale dei nuovi eletti in Consiglio comunale. Sul tavolo del nuovo sindaco di Alghero Mario Conoci, le pratiche più urgenti e importanti. Circa un´ora è durato il primo incontro col primo cittadino uscente, Mario Bruno. Le immagini sul Quotidiano di Alghero
19/6/2019 video
Sono certamente loro i volti più genuini ed entusiasti del gruppo consiliare di Forza Italia nel nuovo Consiglio comunale di Alghero. La new entry Tatiana Argiolas e il veterano Peppinetto Musu tra i banchi della Maggioranza algherese garantiranno competenza ed esperienza al nuovo sindaco Mario Conoci. Le loro sensazioni al microfono del Quotidiano di Alghero.
19/6/2019 video
Con 693 preferenze è la candidata donna più votata nella città di Alghero. Dietro di lei la consigliera più votata dell´intera maggioranza di Centrodestra, Maria Grazia Salaris, e la compagna di lista Gabriella Esposito. Le sue parole
19/6/2019 video
Durissima lezione quella inferta al Primo cittadino di Alghero. Lui rilancia: Faremo opposizione in maniera netta in Consiglio ed in città. «Pronti a riproporre il metodo della formazione e dell'informazione. Cercheremo di ripresentare un Centrosinistra con una nuova visione»
10:00 video
«Un passo dopo l’altro, un centimetro alla volta lotteremo e ci batteremo affinché Alghero possa tornare ad essere una città viva e d’esempio per tutti». Così il coordinatore della Civica di centrodestra ad Alghero, Antonello Muroni
19/6/2019
Per i due candidati rimangono fermi i collegamenti con le liste per l’elezione del Consiglio dichiarati al primo turno. C´è la facoltà di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno
9:30 video
Emiliano Piras è una delle conferme più nitide nel dopo-elezioni algherese. «Alghero aveva bisogno di un cambio di passo» dice, convinto che in città si respirava da tempo aria di cambiamento
16:15 video
Maurizio Pirisi e Nina Ansini sono tra i veterani del consiglio comunale di Alghero. Anche in occasione delle ultime elezioni arriva un´autentica soddisfazione: l´elezione nell´aula di via Columbano. Le loro parole al microfono del Quotidiano di Alghero
17/6/2019
E´ il commento a caldo del coordinatore regionale dei Riformatori sardi Pietrino Fois, che evidenzia la portata delle Elezioni amministrative nell´Isola per il suo partito
19/6/2019
Niente da fare per l´ex Democratico in corsa col Psd´Az. Non bastano i 148 voti per l´ingresso in Consiglio comunale. Tutto come nel 2014 quando non bastò il ricorso per l'elezione. Il Psd'Az oggi piazza in aula Roberto Trova
© 2000-2019 Mediatica sas