Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroCronacaAmbiente › «Se non ricicli, niente festa»
Red 24 giugno 2019
Il delegato Wwf Italia per la Sardegna Carmelo Spada chiede al Comune di Alghero un´ordinanza per l’uso della plastica in occasione delle fiere gastronomiche. Inoltre, l´associazione ambientalista chiede alla Ciclat di non raccogliere i rifiuti indifferenziati, apponendo il cartello “non conforme”, una proposta che farà rumore
«Se non ricicli, niente festa»


ALGHERO - Sono trascorsi pochi giorni dalla festa del cibo di strada nel porto di Alghero i cui esisti sulla raccolta dei rifiuti, sono stati stigmatizzati dal Wwf con il documento, “la cena degli indifferenziati” del 16 giugno [LEGGI]. Nell'occasione, l'associazione ambientalista aveva chiesto l’emanazione di un’ordinanza, che vietasse, in tutto il territorio comunale, l’uso in occasione di fiere gastronomiche della plastica monouso e si consentisse il solo utilizzo di stoviglie e bicchieri riciclabili e compostabili.

«Ed eccoci, a distanza di pochi giorni, alla nuova fiera sulla Passeggiata Barcellona, nel tratto di San Giovanni. Lo scenario, domenica mattina 23 giugno, si presentava nelle stesse condizioni di indecenza – dichiara il delegato Wwf Italia per la Sardegna Carmelo Spada - cestini, panchine, tratti di aiuole e muretti ricolmi di rifiuti indifferenziati abbandonati con gli operatori ecologici della Ciclat alacremente al lavoro nella raccolta indifferenziata dei rifiuti. A loro, anche questa volta, va il plauso per il lavoro svolto per ridare decoro all’area». Il Wwf ribadisce la richiesta al sindaco di un’ordinanza che vieti, in occasione di fiere e degustazioni, l’uso della plastica monouso, e consenta invece quello di stoviglie e bicchieri riciclabili, compostabili, a basso impatto.

Il Wwf chiede ai dirigenti degli specifici settori, Ambiente e Sviluppo Economico, di adottare gli opportuni provvedimenti per prevenire queste situazioni ma, soprattutto (e questo potrebbe creare più d'una polemica), chiede alla Ciclat di non raccogliere i rifiuti indifferenziati, apponendo il cartello “non conforme” come viene applicato alle attività commerciali ed alle utenze private che non effettuano correttamente la raccolta differenziata.. Ancora, il Wwf chiede alla Polizia Locale di vigilare e sanzionale ed auspica che i cittadini facciano “massa critica” manifestando la propria “indignazione civica”, perché senza una corretta raccolta differenziata, non solo aumenta inutilmente l'importa ecologica sul pianeta, ma anche perché conferendo i rifiuti indifferenziati in discarica aumenta il costo della bolletta della Tari per tutti i cittadini.
Commenti
18/7/2019
«Sei un zozzone. La spazzatura mettitela a casa tua ci sono i bidoni della spazzatura. Maleducato zozzone». Questo il biglietto che, una cittadina di Alghero, esasperata dalla situazione, ha attaccato all´ennesima busta piena di immondizia trovata vicino al portone del suo condominio
© 2000-2019 Mediatica sas