Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziesassariCronacaSanità › «Personale sanitario lasciato solo»
Red 23 marzo 2020
«Personale sanitario lasciato solo»
«I numeri assoluti di infetti da Covid-19 possono sembrare non alti, ma il fatto che tra il personale sanitario ci sia oltre il 50percento dei pazienti positivi al CoronaVirus in Sardegna ed il 90percento a Sassari e Olbia, è qualcosa di grave e di rilevanza internazionale, se confrontato ai valori dell´8percento in Italia e del 4percento in Cina», dichiarano le Segreterie territoriali Cgil, Cisl e Uil di Sassari


SASSARI - I numeri assoluti di infetti da Covid-19 possono sembrare non alti, ma il fatto che tra il personale sanitario ci sia oltre il 50percento dei pazienti positivi al CoronaVirus in Sardegna ed il 90percento a Sassari e Olbia, è qualcosa di grave e di rilevanza internazionale, se confrontato ai valori dell'8percento in Italia e del 4percento in Cina. Infatti, si osserva con grande preoccupazione che il problema é nei diversi ospedali e nelle strutture di ricovero dell'Isola. Di fatto, i medici, gli infermieri ed il personale che opera in ambito sanitario, sono stati lasciati soli, senza protezioni, indicazioni e direttive univoche di fronte a questa epidemia». A lanciare l'allarme sono le Segreterie territoriali Cgil, Cisl e Uil di Sassari.

«Il piano di emergenza contro la diffusione dell'infezione da Covid-19 ha mostrato gravi criticità e lacune a partire da quelli che sarebbero dovuti essere i presidi deputati alla selezione e diagnosi dei pazienti positivi e che sono diventati al contrario, focolai di infezione. Di fronte a questi dati – proseguono i sindacalisti - le parole dell'assessore regionale alla Sanità, relative al “contagio del 50percento dei sanitari, qualcosa che ci può stare”, sono inaccettabili, come non é accettabile ogni eventuale riferimento a responsabilità di medici e personale sanitario, che con grande sacrificio e abnegazione, sono in prima linea, nel fronteggiare l'emergenza, esposti al rischio di contagio in quanto privi dei Dpi a norma di legge. Purtroppo, il caso di Ebola a Sassari, di qualche anno fa, non ha insegnato niente a chi ha governato e governa la sanità in Sardegna. Quell'episodio isolato, risoltosi fortunatamente grazie alla grande professionalità degli operatori coinvolti, era il presagio di possibili successive epidemie in un mondo globalizzato, come dicono gli specialisti e gli scienziati. Al contrario, la politica indiscriminata di tagli alla Sanità regionale con riduzione dei finanziamenti, dei posti letto, del personale, non sostituito in caso di cessata attività, lo smantellamento di quanto predisposto per il caso Ebola, ha portato ad un depauperamento dei servizi con grave affanno nella situazione attuale».

«Caro assessore – si indirizzano direttamente i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil - lei, insieme al governatore, istituzionalmente, é il principale responsabile della sanità e della salute in Sardegna, della nomina o mancata nomina di commissari e direttori. Sarà una pura coincidenza che nella Aou di Sassari dove mancano figure apicali di riferimento, ci sia stata la maggiore incidenza di casi positivi tra i sanitari. Allo stesso modo, sarà una pura coincidenza che in Cardiologia, struttura complessa priva di direttore dal gennaio 2019 ci sia stato un focolaio di infezione di quelle proporzioni, con pazienti e personale sanitario rinchiuso per ottanta ore nel reparto? Sarà una pura coincidenza la molteplicità di infezioni negli ospedali della Sardegna oppure tutto questo é dovuto a carente programmazione, previsione, organizzazione, univocità di direttive ed indicazioni, corsi di formazione, investimenti e dotazione dei dispositivi previsti dalla legge. Ora, per limitare ulteriori danni, al di là di ogni polemica, occorre ricorrere alla competenza, conoscenza e professionalità. Stupisce che nei centri di coordinamento delle Unità di crisi non siano coinvolti infettivologi e rianimatori, ma ci siano figure stimate e degnissime della società civile ed imprenditoriale che non hanno, tuttavia, alcuna conoscenza in medicina, infettivologia ed epidemiologia. Infine, in relazione al tentativo di violenza intellettuale nei confronti del personale sanitario, con l'imposizione del bavaglio da parte dell'Assessorato e della Ats, le nostre Federazioni si faranno portavoce delle istanze, denunce e segnalazioni di criticità ed inadempienze pervenuteci, dagli iscritti e non, a tutela della salute dei cittadini e degli operatori e dei principi costituzionali sulla libertà di pensiero ed espressione», concludono le Segreterie territoriali.
Commenti
9:13
Sono stati attivati dall´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari servizi sia dalla Struttura di Psicologia ospedaliera, sia dall’Unità operativa Psichiatrica
10:00
Sarà operativo dalla giornata odierna - sabato 28 marzo - dalle ore 8 alle 20 il numero verde dedicato a tutti i sindaci sardi per comunicare con la struttura di emergenza al coronavirus
27/3/2020
A dare la comunicazione sul nuovo decesso il sindaco di Santa Teresa di Gallura. Le altre due vittime erano originarie di Monti e di Trinità d’Agultu e Vignola.
26/3/2020
Lo afferma il presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas, esprimendo grande apprezzamento per il lavoro fin qui svolto dalla Protezione civile regionale
26/3/2020
«La situazione nel reparto di Cardiologia-Utic-Emodinamica del Presidio ospedaliero Giovanni Paolo II di Olbia e negli altri presidi ospedalieri sardi in questo periodo di emergenza epidemiologica da Covid-19 è critica e non più tollerabile», scrive il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Carla Cuccu
16:45
Nonostante le richieste, dalla Regione non vengono forniti i dati ufficiali sull´emergenza Covid profilati per comune. Un fatto abbastanza grave e inusuale, che espone le redazioni e priva tutti i cittadini di informazioni essenziali in momenti tanto delicati. Il caso Alghero
26/3/2020
Giovanni Maria Soro nuovo commissario dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari. L'annuncio è arrivato pochi minuti fa, durante la conferenza stampa del presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas. Affiancherà la direzione sanitaria. Stesso ruolo ad Olbia per Stefano Vella
27/3/2020
«E´ operativo presso la base aerea di Decimomannu un elicottero HH-212 adibito per il trasporto aereo in bio-contenimento, attività svolta dell’Aeronautica militare quale concorso alle operazioni di trasferimento per emergenza sanitaria», ha dichiarato ieri il sottosegretario alla Difesa Giulio Calvisi
19:07
I direttori dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari ringraziano il personale per il coraggio e la generosità dimostrata in questo periodo di grande emergenza. Inviata una lettera ai dipendenti ed ai direttori di struttura
25/3/2020
Sbarcato un consistente carico di attrezzature medicali donato alla Sardegna da imprenditori cinesi che operano anche nell´Isola in collaborazione con aziende sarde: 18mila mascherine ffp1, 3.500 mascherine ffp2, 15mila mascherine chirurgiche, 430mila guanti in lattice e 2.200 tute protettive
26/3/2020
«Non vogliamo medici e infermieri eroi ma medici e infermieri sicuri». Così Mariano Brianda, Coordinatore del Comitato "Siamo Tutti Importanti" che chiede le immediate dimissioni dell´assessore alla Sanità della Regione
12:35
Articolo aggiornato in tempo reale con l'evolversi dei contagi da CoronaVirus in Sardegna. Dei malati, 112 sono ricoverati in ospedale (19 in terapia intensiva), mentre 384 sono in isolamento domiciliare. Numerosi gli asintomatici. In totale, nella regione sono stati eseguiti circa 4000 test.
26/3/2020
«Vengano effettuati i test a tutti, personale sanitario, anziani residenti e a tutti i loro familiari», chiede il sindaco di Porto Torres, che ha scritto alla Regione autonoma della Sardegna ed all’Azienda di tutela della salute
25/3/2020
È l’ora di scelte coraggiose e della seria valutazione delle priorità, non della cura del proprio “orticello” elettorale. Il sacrificio è di tutti, tutti compresi senza eccezioni, ma forse le bare sfilate a Bergamo non hanno scosso il nostro atavico egoismo
26/3/2020
«In questi giorni difficili, sono stati tanti gli attestati di solidarietà da parte di semplici cittadini e di aziende, ma anche le comunità straniere presenti nell´Isola hanno dimostrato la loro vicinanza al popolo sardo ed alle Istituzioni», dichiara l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis
25/3/2020
«Grande mobilitazione per combattere il virus. Entro la settimana sarà operativo il Policlinico sassarese Covid hospital del nord ovest. In questo momento di emergenza e di dolore, sono vicino ai malati, alle famiglie in lutto e agli operatori sanitari che stanno dando un grande esempio di professionalità e di abnegazione», dichiara il presidente del Consiglio regionale
26/3/2020
Il Sindaco di Alghero, Mario Conoci, ha chiesto ed ottenuto il rientro in servizio dell´ex Primario di Anestesia, dott. Giuseppe Liperi, per collaborare in questa fase di estrema criticità. In città peraltro, a causa di una discutibile gestione dell´emergenza, non si ha notizia di quanti positivi certi al Covid-19 vi siano tra la popolazione e tra gli operatori sanitari
26/3/2020
Si tratta di una prima tranche, che verrà distribuita alle Amministrazioni comunali appartenenti al territorio per aiutare a colmare la carenza soprattutto nelle strutture socio sanitarie dei dodici Comuni


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)