Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notizieoristanoPoliticaAmbiente › Parco Geominerario nucleare: segnalazione al ministro
Red 13 gennaio 2021
Parco Geominerario nucleare: segnalazione al ministro
La segnalazione al ministro dell´Ambiente Sergio Costa, firmata dal presidente Tarcisio Agus, arriva dopo un´attenta osservazioni della mappa dei siti di stoccaggio per lo smaltimento di scorie radioattive papabili in Sardegna


ORISTANO - «La segnalazione al Ministero dell'Ambiente, e per conoscenza al Ministero dello Sviluppo e dei beni culturali, tende, in particolar modo a rimarcare che l'area scelta di fatto è dentro un Parco nazionale (Parco Geominerario storico e ambientale della Sardegna) che, fino all'emanazione del Decreto del 8 settembre 2016, l'ambito di tutela si esplicava solo nelle otto aree minerarie, ma con il suddetto decreto, al Parco viene assegnato anche il compito di tutela, studio, classificazione, protezione e valorizzazione di tutti i geositi della Sardegna». Il presidente del parco Tarcisio Agus, dopo un'attenta osservazioni della mappa dei siti di stoccaggio per lo smaltimento di scorie radioattive papabili in Sardegna, ha deciso di inviare una segnalazione ai ministri dell'Ambiente Sergio Costa e dello Sviluppo Stefano Patuanelli.

«Il Parco è anche Storico ed Ambientale, per cui non può non tener conto dei beni storici e naturali, come il geosito più importante del territorio, la Giara di Gesturi. Si segnala il non rispetto di uno dei geositi più importanti della Sardegna, in quanto l'ubicazione dei depositi, di fatto lo accerchierebbe. La Giara, inoltre, è vincolata dalla legge regionale 31/89, quale Monumento naturale della Sardegna. Nel territorio della Giara – ricorda Agus - vive allo stato brado una colonia di 600 cavallini, che sono entro un'area Sic, ma anche tutelati dalla direttiva Cee n.43/92 del 21 maggio. A sud est della Giara, si ricorda la presenza del Nuraghe di Barumini che oltre ad essere prossimo ai centri della Marmilla, risulta prossimo anche alle altre aree di Villamar, Guasila e Segariu».

«Su Nuraxi è la testimonianza più rappresentativa di quel mondo che dovremmo meglio studiare e valorizzare, non mascherare con infrastrutture fuori contesto. Oltre tutto si ricorda che il Nuraghe di Barumini è parte integrante del Patrimonio dell'Umanità Unesco. Tutti i Comuni detengono nel proprio territorio le testimonianze della storia della Sardegna, ma in particolare, si è posta l'attenzione sul patrimonio nuragico, perché è il bene identitario più significativo dell’Isola. In proposito, rimarcandone l'importanza, si è fatto riferimento ad alcuni aspetti di particolare rilevanza storico culturale come le statue di Monti Prama, i Micenei, con i quali sono certificate le interazioni e gli Shardana, sempre più riconosciuti come parte del mondo nuragico», chiosa il presidente del Parco.
Commenti
16:09
Il sindaco di Cagliari ha fatto il punto sul nuovo sistema. Presenti alla conferenza stampa anche l´assessore comunale all´Igiene del suolo Alessandro Guarracino, il presidente della Commissione all´Ambiente Raffaele Onnis e il dirigente del Servizio comunale Igiene del suolo Roberto Montixi
14/1/2021
Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis, durante l´assemblea dei sindaci, che si è svolta ieri mattina alla Fiera di Cagliari, sulla pubblicazione della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee a ospitare il deposito unico delle scorie radioattive


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)