Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notiziecagliariCulturaUniversità › L´università e il recupero sociale
Red 19 gennaio 2021
L´università e il recupero sociale
Giovedì sera, è in programma un seminario on-line dell´Università degli studi di Cagliari, nell´ambito delle celebrazioni dei 400 anni dell´Ateneo. Con il rettore Maria Del Zompo, prevista la partecipazione del direttore generale Gianfranco De Gesu, del provveditore regionale dell´amministrazione penitenziaria Maurizio Veneziano e di don Ettore Cannavera, fondatore della comunità “La collina”


CAGLIARI - Si terrà giovedì 21 gennaio, alle 17, un nuovo incontro on-line organizzato dalla Facoltà di Studi umanistici per celebrare i 400 anni dell'Ateneo di Cagliari: sarà un momento di confronto e dibattito dal significativo titolo “L’università e il recupero sociale: dalle carceri alle comunità”. Al centro dell’iniziativa, l’impegno profuso dall’Ateneo del capoluogo sardo per garantire il diritto allo studio anche ai detenuti, con l’attivazione del Polo universitario penitenziario che, nei mesi scorsi, ha offerto lezioni e seminari a coloro che ne hanno fatto richiesta. Un’attività che ha coinvolto nel tempo decine tra ricercatori e unità di personale tecnico-amministrativo dell’Università degli studi di Cagliari.

Infatti, prosegue l’impegno nella promozione di attività di formazione universitaria in carcere per garantire il diritto allo studio di condannati in regime di privazione della libertà. Coordinato da Cristina Cabras (docente di Psicologia sociale del Dipartimento di Pedagogia, psicologia e filosofia dell’Ateneo cagliaritano), il seminario, dopo i saluti del rettore Maria Del Zompo, vedrà gli interventi di Gianfranco De Gesu (direttore generale dei detenuti e del trattamento, Dipartimento Amministrazione penitenziaria-Ministero della Giustizia), Maurizio Veneziano (provveditore regionale dell'Amministrazione Penitenziaria), Franco Prina (presidente Conferenza nazionale dei Poli universitari penitenziari della Crui), Maria Elena Magrin (Università di Milano-Bicocca, delegata per il Pup di Milano), Claudia Secci (Università di Cagliari), don Ettore Cannavera (psicologo-responsabile della comunità “La Collina” di Serdiana).

Garantita, come per gli incontri precedenti, la diretta streaming sulle pagine social di UniCa. I Poli universitari penitenziari, istituiti dalla Crui nel 2018 e coordinati dalla Conferenza nazionale dei delegati dei rettori per i Poli universitari penitenziari, coinvolgono attualmente ventiquattro atenei a livello nazionale, con attività didattiche e formative in poco meno di cinquanta istituti penitenziari e sono circa 600 gli studenti iscritti in tutta Italia.

Nella foto: Maurizio Veneziano e Maria Del Zompo
Commenti
24/2/2021
Il gruppo di ricerca interdisciplinare dell´Università degli studi di Cagliari, guidato da Pierluigi Caboni e Luigi Atzori, partecipa al progetto europeo “Prodgne”, in sinergia con gruppo di ricerca scientifica di importanti Atenei europei, con l´Ospedale pediatrico di Ottawa e con un´associazione di pazienti
24/2/2021
Pubblicato su “Neurology” l´editoriale di due docenti sassaresi e del loro collega statunitense in cui ipotizzano che alcuni farmaci, che innalzano il livello di colesterolo Hdl nel sangue, possono essere utili nel prevenire o rallentare il progressivo peggioramento della neurodegenerazione negli individui a rischio


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)