Skin ADV
Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter
Olbia 24notizieportotorresPoliticaTurismo › Isole-carcere: un ponte da Porto Torres a Cape Town
Red 17 aprile 2021
Isole-carcere: un ponte da Porto Torres a Cape Town
Mettere in rete tre isole-carcere famose nel mondo (Alcatraz, Robben Island e l´Asinara) per promuoverle insieme nei mercati internazionali del turismo. E´ l´obiettivo dell´incontro con il Consolato italiano a Città del Capo


PORTO TORRES - Mettere in rete tre isole-carcere famose nel mondo (Alcatraz, Robben Island e l'Asinara) per promuoverle insieme nei mercati internazionali del turismo. E' l'obiettivo dell'incontro con il Consolato italiano a Cape Town che si è svolto giovedì mattina in videoconferenza: da una parte il sindaco Massimo Mulas, l'assessore comunale al Turismo Gian Simona Tortu, il consigliere comunale Claudio Piras e l'ex sindaco di Castelsardo Franco Cuccureddu, che ha ideato il progetto; nell'altro emisfero, il console Emanuele Pollio, il presidente e la segretaria dell'Associazione assistenziale italiana in Sud Africa Francesco Solinas e Maria Grazia Galimberti.

Il progetto nasce da un'intuizione: le tre isole hanno molto in comune, come ha spiegato Tortu: «Hanno ospitato un carcere, sono praticamente disabitate, sono sedi di Parchi nazionali e Aree marine protette, il loro nome è ispirato dalla natura e hanno storie incredibili da raccontare». Alcatraz fu la sede del penitenziario di San Francisco diventato celebre grazie al cinema (vi fu detenuto, tra gli altri, Al Capone), Robben Island ospitò la prigionia di Nelson Mandela e l'Asinara racchiude storie di personaggi legati ai decenni più oscuri della storia italiana (terrorismo e mafie) insieme alla vicende di chi ha combattuto la criminalità (Giovanni Falcone e Paolo Borsellino). «L'idea di questo progetto è nata otto anni fa - ha spiegato Cuccureddu - quando abbiamo intuito che la forza evocatrice del carcere poteva diventare uno straordinario attrattore turistico».

L'incontro è stata l'occasione per gettare le base di questo intervento che ha grandi potenzialità turistiche, come ha proseguito Piras, che ha materialmente scritto il progetto e iniziato a costruire la rete di contatti: «Si tratta di siti che richiamano ogni anno milioni di turisti; con questo intervento vogliamo scambiare buone pratiche, condividere modelli di gestione e trovare forme di collaborazione». Il console ha manifestato apprezzamento per l'iniziativa e si è impegnato a sottoporre l'idea ai possibili partner istituzionali: la municipalità di Città del capo, la provincia del Capo Occidentale e l'ente di promozione turistica del Sud Africa. Una disponibilità che ha ottenuto il plauso di Mulas: «Il progetto ha l'obiettivo di avviare azioni di promozione turistica e soprattutto quello di creare ponti con altri territori del pianeta. Una scelta che può solo arricchirci e che promette sviluppi interessanti».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)